Regione Lazio: i test sierologici per il personale scolastico si effettueranno nelle Asl e non presso gli studi di Medicina Generale. Ecco tutte le info

Print Friendly

l_6165_logo-smi

Nel Lazio l’estensione dell’indagine di sieroprevalenza alle Istituzioni scolastiche e servizi educativi, è stata deliberata con DGR n. 472 del 21/07/2020, pubblicata su BUR n.95 del 28/07/2020.

L’indagine non si svolgerà presso gli studi dei medici di Medicina Generale, ma presso le ASL secondo un protocollo regionale e protocolli specifici aziendali diversi da quelli previsti dalla circolare del Ministero della Salute del 7 agosto 2020.

I test sierologici di sieroprevalenza, che saranno eseguiti tramite prelievo venoso, riguardano docenti, educatori, operatori di sostegno, assistenti, personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA), bambini e studenti disabili e a tutte le figure professionali delle scuole di ogni ordine e fino al secondo grado (compresi istituti professionali), paritarie e non, dei servizi educativi per l’infanzia – gestiti dallo Stato, dagli enti locali in forma diretta o indiretta – e delle scuole dell’infanzia statali, paritarie e non. L’adesione del personale scolastico è volontaria.

Tutti i soggetti interessati saranno contattati direttamente dalla rispettive istituzioni scolastiche, che provvederanno alla gestione delle prenotazioni per il prelievo.

Claudia Felici, Segretario Aziendale della Asl Rm1